Prende a pugni e calci la moglie, i genitori e la polizia. Scappa ma viene ripreso. VIDEO



Sferra colpi ai danni della moglie e dei genitori, poi si allontana per diverse ore. Ma ritorna, cerca di sfondare il portone d'ingresso condominiale, non ci riesce ed esplode un colpo di arma da fuoco. Nel frattempo era giunta la segnalazione alla Polizia, che arriva sul posto.

Inizia la fuga del 27enne messinese, pregiudicato, a fari spenti ed a forte velocità. Sperona l'auto della Polizia fin quando non viene bloccato dagli agenti, ai quali risponde con pugni e calci.

Dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, danneggiamento di beni dello stato, porto abusivo d’armi e spari in luogo pubblico. E' stato portato al carcere di Gazzi.

 

Commenti

antonio551Sab, 10/02/2018 - 12:20 February 10, 2018

Ed ecco l'imbecille di turno ,mi auguro che la magistratura gli dia il massimo della pena senza condizionale.Le donne non si toccano.