atm in numeri

Via libera al bilancio, il 2013 è stato un anno nero. C'è la pianta organica, servono 570 dipendenti



Commenti

node comment

marieditVen, 05/12/2014 - 17:07 December 05, 2014

CAPRAFRANK ha colto dove volevo andare a parare, commentare le novità annunciate da Matteo RENZI sulle privatizzazioni dei servizi pubblici negli enti locali, tranne rarissime eccezioni nel Veneto e in Emilia Romagna sono quasi tutte di fatto fallite. A Torino la giunta capitanata da Piero FASSINO, presidente dell'ANCI, cioè chi dirà l'ultima parola sulla questione al governo, e a maggioranza PD ha deciso di vendere il 100% dei parcheggi, sempre a Torino per quanto riguarda la GTT, l'azienda dei trasporti che collabora con ATM, il Consiglio Comunale ha deliberato la vendita del 49% con gara a evidenza pubblica. Se il TAR boccia il ricorso, la storica CITTA' ROSSA farà da battistrada alle privatizzazioni, era inimmaginabile fino a ieri.
burrascanuVen, 05/12/2014 - 16:58 December 05, 2014

l'azienda chiude con un utile.Bravi!!! però chiedo ai lor signori: avete incassato oltre 20.000.000 di contributi ragionali e comunali e cioè di tasse pagate anche dal sottoscritto,ma se io non ho mai messo piedi nel 1913 su un bus o tram ,mi spiegate perché devo pagare per un servizio mai goduto? ma se siete falliti perchè non portate in tribunale i libri e chiudete? la partecipate si possono pure chiudere ,ristrutturare o metterli sul mercato.
caprafrankVen, 05/12/2014 - 20:14 December 05, 2014

Per il principio della solidarietà costituzionalmente riconosciuto. Ha ragione quando dice di non capirne il motivo. A furia di scippi Le hanno fatto dimenticare l'elementare differenza che passa tra imposte e tasse. Ha visto nessuno che vuole investire un euro per investimenti al Sud nei trasporti pubblici? Perchè al Nord c'è la corsa?
marieditVen, 05/12/2014 - 12:36 December 05, 2014

La brava Francesca STORNANTE mette in risalto due aspetti del CONTO ECONOMICO di ATM, il VALORE della PRODUZIONE(+) e il COSTO della PRODUZIONE(-), sommandoli algebricamente otteniamo un VALORE AGGIUNTO molto basso €2.282.090, ma soprattutto sottraendo a questo i COSTI dei DIPENDENTI, si ottiene un indicatore di redditività di una azienda, chiamato MARGINE OPERATIVO LORDO. Facciamo i conti: €29.265.354-26.983.264 = €2.282.090-€20.852.854= -€18.570.764, come vedete il MARGINE è molto negativo, nessun privato investirebbe un cent di € su ATM, il valore dell'indicatore è quello di una società di fatto fallita. ATM viene tenuta in piedi per pagare gli stipendi ai dipendenti ed evitare così disordini sociali. Si sanare una azienda fallita?
gmollicaVen, 05/12/2014 - 16:31 December 05, 2014

Caro mariedit, il calcolo del Margine Operativo è un po' più complesso di quanto dici e servono elementi come Accantonamenti, Ammortamenti, Oneri finanziari e qualche altra cosa. Il tuo calcolo sottrae due volte il Costo del Personale, per questo viene così negativo. Intendiamoci, non è che la cosa cambi di molto facendo il conto correttamente: è evidente che con un Costo della Produzione quasi tutto costituito dal Costo del Personale (che è un Costo di Produzione Interno) c'è poco da stare allegri. La conclusioni non cambiano.
caprafrankVen, 05/12/2014 - 14:01 December 05, 2014

Adesso con questa lezione di ragioneria mi ha proprio convinto. Lei è allievo del Chiar. Prof.Signorino. Per favore, mi tolga una curiosità perchè mai nessuna azienda di servizio pubblico è privata ma privatizzata fittiziamente? Le sono piaciute le privatizzazioni con stile della Repubblica Italiana? Se Le goda.
caprafrankVen, 05/12/2014 - 07:52 December 05, 2014

Purtroppo il dato finale della gestione è soltanto pressappoco uguale al danno quantificato in occasione del prelievo furtivo dei dipendenti infedeli.
caprafrankVen, 05/12/2014 - 07:16 December 05, 2014

Tutto chiaro, tutto perfetto tranne la mancata esposizione della collocazione dei 570 elementi ncesessari, anche perchè se non ho capito male di questi soltanto 232 sarebbero adibiti alla guida. E gli altri 338 cosa dovrebbero fare? Certamente non i controllori, perchè nonostante la diffusissima omissione del paganebto del biglietto, il ricavato delle multe nel 2013 è stato sufficiente a pagare soltanto un addetto. Sono certo che l'ing. Foti saprà porre la dovuta attenzione ai rimedi da porre ai parcheggi Cavallotti e Zaera per renderli di interesse pubblico.